IL RICHIAMO

Perché il cane non risponde al mio richiamo?

In questo articolo proveremo a capire il motivo e ad impostare un richiamo efficace!

  • Perché è distratto da altri stimoli, olfattivi o visivi (altri cani, odori, persone, ecc.)
  • Perché quando è libero non interagisco mai con lui (es. in area cani lo lascio libero tutto il tempo di fare ciò che vuole, facendomi gli affari miei al cellulare o parlando con altre persone)
  • Perché quando lo chiamo è il momento di tornare a casa: il cane ha capito che il richiamo è associato alla fine del divertimento
  • Perché l’ho chiamato tante volte senza risultato
  • Perché l’ho sgridato quando non è tornato
  • Perché non ho sviluppato un buon richiamo addestrativo

Come risolvere il problema?

  • Quando richiamo il cane, lo devo premiare sempre con cibo, coccole o giochi, ancora meglio alternando il premio per rendere tutto meno noioso e monotono
  • Interagire col cane anche quando è libero, per renderci più interessanti ai suoi occhi (attenzione a non tirar fuori giochi, palline o cibo in area sgambo perché potrebbe scattare la competizione tra i cani presenti!)
  • Quando il cane viene da me, dopo averlo premiato, lo lascio di nuovo libero di fare quello che stava facendo, senza mettergli subito il guinzaglio; in questo modo il cane prende un “doppio premio” tornando da noi: la gratifica in cibo e la possibilità di tornare a divertirsi
  • Quando il cane viene da me, lo abituo a toccargli il collarino (o la pettorina) prima di liberarlo nuovamente: così la volta che dovrò legarlo per portarlo a casa sarà già abituato a questa manipolazione e non la assocerà alla fine dei giochi
  • Quando il cane risponde al richiamo, mi devo dimostrare sempre entusiasta del fatto che abbia risposto e sia venuto da me, lasciando perdere quello che stava facendo: diciamo al nostro cane che è stato bravissimo!
  • Non sgridiamo il cane se non risponde: il richiamo deve essere un momento sempre positivo, ed usare l’imposizione è sconsigliato.
  • Diamo valore alla nostra postura e ai movimenti: a volte ci dimentichiamo che il cane non usa il nostro stesso linguaggio parlato, quindi dobbiamo dare grande importanza alla mimica corporea e facciale.
    Mai inseguire il cane quando lo richiamiamo, lo prenderebbe come un gioco al rincorrersi! Dobbiamo fare l’esatto contrario, ovvero allontanarci da lui, magari iniziando a correre dalla parte opposta: così il cane sarà propenso a seguirci ed in questo modo gli indichiamo qual è la direzione verso cui vogliamo andare. In alternativa, possiamo accucciarci o metterci in una posizione di “inchino”, in altre parole una posizione che lo inviti verso di noi. Restare fermi, in piedi, fissandolo negli occhi e dire “Vieni” manda due segnali contrastanti; il primo, quello fisico, gli sta dicendo di stare fermo, mentre il secondo gli indica invece di venire: questo creerà grande confusione.
  • Diamo valore alle parole: chiamarlo col suo nome attira sicuramente la sua attenzione, ma per chiamarlo abituiamoci ad usare un comando vero e proprio, che sia sempre lo stesso, ad esempio il “Vieni”. Il tono con cui lo chiamiamo ha grande importanza, soprattutto quando stiamo impostando il richiamo: chiamiamolo con grande entusiasmo e allegria!
  • A mano a mano che il cane risponderà al richiamo, proponiamolo in contesti sempre diversi: all’inizio lo faremo in luoghi tranquilli, recintati, privi di distrazioni, per poi aggiungere distrazioni gradualmente
  • Se dobbiamo insegnare il richiamo ad un cane adulto che non conosce il comando, all’inizio consigliamo di aiutarci con una “lunghina” o una corda lunga, che tireremo pian piano verso di noi qualora non rispondesse con prontezza: in questo modo lo aiutiamo a capire che al comando “Vieni” deve rivolgersi a noi

Il richiamo è uno dei comandi più importanti da insegnare al proprio cane che, se sviluppato in maniera corretta fin da quando è cucciolo, può diventare un aiuto davvero valido in ogni situazione.

Il video sul Richiamo sul nostro canale YouTube:
https://www.youtube.com/watch?v=9sa_Bslz4OU&t=81s

 

Nei nostri percorsi di educazione per cuccioli e cani adulti è prevista anche una parte addestrativa per insegnare un richiamo funzionale ed efficace!

Contattaci per qualsiasi informazione, il primo colloquio è sempre gratuito!
Dog Galaxy Centro Cinofilo, V.le Roma 396 Forlì – 347/9632605 – www.doggalaxy.itinfo@doggalaxy.it

Riproduzione riservata

Scroll to top