5 REGOLE PER APPROCCIARE UN CANE

5 REGOLE PER APPROCCIARE IL CANE

Con questo articolo vogliamo dare qualche indicazione utile su come approcciare un cane per la prima volta.

Regola n. 1: chiedere sempre al proprietario se ci si può avvicinare al cane. Non tutti i cani amano socializzare con persone o con i loro conspecifici: è quindi buona educazione chiedere prima di avvicinarsi, se ha piacere di essere accarezzato (anche per evitare episodi spiacevoli come ringhi o morsi) e rispettare un eventuale risposta negativa.

Regola n. 2: chiedere come si chiama il cane. Se chiamato per nome, il cane viene rassicurato ed incuriosito: da questo potrebbe nascere un interesse conoscitivo verso di noi. Chiamandolo per nome, il cane sa che ci stiamo rivolgendo a lui.

Regola n. 3: come approcciarlo correttamente. Sappiamo tutti che uno degli approcci più corretti è quello di allungare la mano verso il cane, lasciando che sia lui ad avvicinarsi in modo che la annusi. La mano non va messa in alto, sopra la testa del cane, ma in basso, col palmo rivolto verso l’alto.  Ancora meglio, se ci mettiamo in una posizione laterale rispetto al cane, e non frontale.
Non sorprendiamo mai il cane alle spalle.

Regola n. 4: rispettare il cane. Se al nostro allungare la mano il cane dovesse rimanere distante e non avesse voglia di avvicinarsi, rispettiamo la sua scelta e la sua prossemica. Non cerchiamo di avvicinarci a lui a tutti i costi.

Regola n. 5: se il cane si avvicina a noi, dove dobbiamo accarezzarlo? Proviamo a metterci una mano sulla testa e cominciamo a picchiettare: è piacevole? No. Non lo è nemmeno per il cane: non è questo l’approccio idoneo. Il cane va accarezzato sul petto, sulla schiena, sotto il muso e poi sulle orecchie: questi sono i punti di massimo gradimento!

Il nostro video YouTube su come approcciare correttamente un cane:

Riproduzione riservata

Scroll to top