CUCCIOLO E GUINZAGLIO: COME INSEGNARGLI A NON TIRARE

Il guinzaglio è uno degli strumenti più importanti che utilizziamo nella vita col cane, è bene creare fin da subito con un cucciolo un rapporto collaborativo e una comunicazione efficace.

Tirare al guinzaglio è uno dei problemi che i proprietari riscontrano di più con il cane a livello educativo. Insegnare ad un cucciolo ad andare correttamente al guinzaglio è uno dei primi passi per evitare di farsi trascinare in giro quando sarà adulto. Cani che tirano, che vogliono a tutti i costi andare dagli altri cani strattonandoci… ce ne preoccupiamo in età avanzata, mentre prevenire è il primo modo per risolvere il problema!

L’impostazione della condotta al guinzaglio su un cucciolo non solo semplifica l’insegnamento, ma aiuta anche il cane a adattarsi ad uno strumento che ha poco a che fare con la sua natura.

Quali sono i punti da seguire per iniziare ad insegnare al nostro cucciolo ad andare correttamente al guinzaglio?

– Positività: le prime volte che mettiamo il collare o la pettorina premiamo il cane, e continuiamo a premiarlo se non si agita. Giorno dopo giorno, lasciamogli il collare indossato anche per qualche ora, all’interno di casa, ad esempio nel momento dei pasti: in questo modo assocerà positivamente lo strumento
– Luogo adatto: inizialmente, consigliamo di scegliere uno spazio all’aperto con poche distrazioni, non affollato e conosciuto. Inseriremo le distrazioni e gli stimoli un poco per volta, generalizzando il corretto approccio al guinzaglio anche in ambienti differenti
– Collaborazione: le prime volte in cui metteremo il guinzaglio al cane lo lasceremo lento e senza tensione, seguendolo nell’interazione, nell’esplorazione dell’ambiente premiandolo quando non tira e si muove al nostro fianco

Consigliamo di iniziare con un guinzaglio lungo: un guinzaglio troppo corto e rigido andrà subito in tensione, troppo vicino a noi.  Se il nostro cucciolo impara che con la tensione del guinzaglio raggiunge gli obiettivi, sarà più difficile insegnargli a non tirare.

Come e dove premiare il cane? Il cane che ci cammina accanto in assenza di tensione andrà premiato, con un “bravo” e un bocconcino: il cibo va dato lateralmente vicino alla nostra gamba, in questo modo impostiamo già un parallelismo nella passeggiata.

Cosa fare se tira: non avanzare. I cani imparano a tirare perché noi esseri umani abbiamo fatto sì che raggiungessero gli stimoli (un odore, una persona, un alto cane, ecc) con il guinzaglio in tensione.

Se fin da subito il nostro cucciolo capisce che tirando non raggiunge niente di positivo, ma che invece viene gratificato solo in assenza di tensione nel guinzaglio, le passeggiate saranno un momento appagante e divertente per entrambi!

Una volta impostate le prime regole, possiamo inserire gli stop in condotta e le eventuali correzioni: in questi passaggi è sempre meglio farsi seguire ed aiutare da un educatore cinofilo che saprà consigliare il percorso di educazione più adatto al cucciolo ed eventualmente inserirlo in una Puppy Class a lui consona. I corsi di gestione del cucciolo sono la base di partenza per una serena convivenza e per prevenire i problemi in età adulta.

Il Centro Cinofilo Dog Galaxy propone percorsi di educazione per cuccioli a partire dai 3 mesi di età. Contattaci per fissare un appuntamento gratuito e senza impegno: 347/9632605 – info@doggalaxy.it

Riproduzione riservata

Scroll to top